Facebook: entro giugno l’IPO

CocaColla.it chiude. Per una lettera.
23/02/2012
Startupbusiness, il network degli innovatori
27/02/2012

Facebook: entro giugno l’IPO

facebookLo sbarco di Facebook in borsa è uno degli eventi più attesi della prossima estate. L’azienda di Mark Zuckerberg ha infatti annunciato che l’Initial Public Offering sarà promossa entro giugno prossimo.

L’arrivo nel mercato azionario del social network, lanciato nel 2004 e rapidamente diventato uno dei siti più visitati al mondo, nonchè porta d’accesso al web per milioni e milioni di navigatori, rappresenta un test per misurare l‘effettivo valore economico del sito. Nonostante non abbia infatti ancora implementato una strategia invasiva di pubblicità (cosa che Zuckerberg ha sempre preferito evitare, a suo dire per garantire sempre la massima fruibilità agli utenti),si calcola che il valore di Facebook una volta quotato in borsa sarà tra i 75 e i 100 miliardi di dollari.

La quotazione in borsa è solo uno dei passaggi necessari per continuare a seguire la strategia di innovazione e crescita promossa da Zuckerberg (che, grazie appunto alla prossima IPO, entrerà di prepotenza tra le persone più ricche e influenti al mondo). Intanto, i colossi della finanza mondiale si preparano a prendersi la loro quota di Facebook: l’IPO sarà guidata da Morgan Stanley, e al suo fianco ci saranno altri giganti del calibro di Goldman Sachs, JP Morgan, Bank of America, Barclays e Allen & Co.

Al di là delle perplessità finanziarie sulla manovra, ci sono ancora tanti punti interrogativi: uno di questi riguarda la longevità del social network. Riuscirà a innovarsi e migliorarsi ancora, ora che il boom di utenti (è stata superata quota 850 milioni di iscritti) sta cambiando le dinamiche di funzionamento del sito? E, soprattutto, come reagirà alla imponente crescita di Twitter, che proprio in questi giorni ha raggiunto i 500 milioni di iscritti?
Altro punto di domanda è quello che riguarda le crescenti preoccupazioni sulla privacy degli utenti, questione spinosa che sta creando più di qualche grattacapo ai legali dell’azienda americana.

Finora Facebook ha sempre risposto in maniera brillante alle sfide che ha dovuto affrontare. Adesso si trova davanti al mondo della finanza: se riuscirà a sfruttare al meglio anche questa opportunità, allora di sicuro ci confermerà che ci troviamo davanti ad una delle aziende più virtuose degli ultimi anni.