Startupbusiness, il network degli innovatori
27/02/2012
Il mercato dell’ICT genera un quarto del PIL europeo
01/03/2012

Investire in formazione per una nuova cultura d’impresa

La formazione del management e del personale di un’azienda è un aspetto che è stato trascurato troppo a lungo. Oggi è unanimemente riconosciuta l’importanza di fornire adeguata preparazione alle proprie risorse umane, sia per migliorare i processi produttivi, sia per guardare al mercato con una mentalità aperta e innovativa.

Il percorso formativo sta inoltre assumendo una particolare rilevanza in un momento storico in cui sempre più spesso bisogna inventare o reinventare la propria attività per adeguarla ad un mercato in continua evoluzione. Per uno startupper deciso a lanciare la propria idea, una formazione d’alto livello è assolutamente necessaria: è per questo che, sempre più spesso, si parla della necessità, in Italia, di promuovere una cultura dell’innovazione. Una cultura dell’innovazione che stenterà sempre a decollare, se le mancano le basi che solo la formazione può darle.

E’ convinzione sempre più diffusa infatti che ci sia la necessità di ripensare il modo di fare impresa, adattandosi ai cambiamenti in atto: ma senza il necessario percorso di formazione professionale, diventa difficile pensare e sviluppare modalità innovative di gestione dei processi e delle risorse umane. Altro aspetto importante, ma ancora poco considerato, è la creazione di nuove figure e nuove professionalità.

Conoscenze, know-how, ma anche stimoli e motivazione: sono questi i benefici che i giovani imprenditori (ma non solo) possono trarre dal rapporto costante con il mercato della formazione. Purtroppo, nella cultura d’impresa italiana, gli investimenti in questo settore sono ancora troppo spesso limitati alle grandi aziende, mentre le piccole imprese non hanno ancora ben compreso la grande utilità delle attività di formazione nella gestione delle loro organizzazioni.

Dunque, la formazione professionale può sempre essere vista come un valore in sè. Ma è senza dubbio necessario un legame con il mondo del lavoro, e l’aiuto di una rete di aziende e imprese interessate ad investire in innovazione e disposte a scommettere su figure professionali aggiornate e calibrate sulla dinamicità di un mercato in continua evoluzione.