Nell’era della digital transformation e dell’informatizzazione, la cyber security è diventata sempre più importante anche per il corretto funzionamento di un’azienda. Con il termine di cybersecurity vengono indicate tutte una serie di azioni tese alla protezione di sistemi e apparecchi informatici da parte di attacchi dannosi esterni. Si tratta di attacchi digitali a programmi, reti e sistemi il cui scopo è quello di accedere a dati e informazioni sensibili per distruggerli, rubarli, modificarli oppure per truffare gli utenti, ottenere dei riscatti in denaro, bloccare i processi aziendali o estorcere denaro. Per tutti questi motivi la cyber security rappresenta oggi uno dei pilastri per il buon funzionamento di un’azienda nella vita di tutti i giorni.

Quali sono le minacce da cui ogni azienda deve difendersi? 

Perché è così importante fare formazione nell’ambito della cyber security? 

Scopriamolo insieme in questo articolo! 

Cyber security: cos’è 

Con il termine cyber security si indica tutto ciò che ha a che fare con la sicurezza informatica, ovvero che riguarda la tutela della privacy, la riservatezza delle informazioni e in generale la sicurezza dei sistemi informatici.

I responsabili della cyber security devono essere in grado di intervenire efficacemente sulle criticità dei sistemi informatici, attraverso l’adozione di precauzioni che sono necessarie per evitare possibili attacchi da parte di agenti esterni.

Per spiegare meglio il concetto di cyber security, possiamo analizzare due sue caratteristiche: 

  • Safety: una serie di azioni che eliminano la produzione di danni all’interno del sistema;
  • Reliability: la prevenzione di eventi che possono causare danni al sistema di diversa gravità.

In conclusione, la sicurezza informatica si muove a partire dal monitoraggio delle vulnerabilità che sono presenti all’interno del sistema, andando poi ad attuare servizi di prevenzione e di risposte alle minacce esterne.

Perché è così importante la cyber security in azienda?

La cyber security è assolutamente necessaria se si vuole tutelare l’intero sistema informatico aziendale da guasti e danni provocati da incidenti – più o meno volontari – e attacchi esterni.

Grazie all’implementazione di un efficiente sistema di cyber security, è infatti possibile garantire la sicurezza nei comparti dell’infrastruttura IT aziendale, quali: 

  • Sicurezza delle applicazioni;
  • Sicurezza dei dati;
  • Sicurezza della rete.

Inoltre, la cyber security è anche quell’elemento che mette l’azienda nella posizione di poter reagire in modo efficace ad un imprevisto, mettendo in atto rapide operazioni di disaster recovery. La parola chiave è quindi resilienza, cioè la capacità dell’azienda di adattare la propria operatività anche nel caso in cui si verifichi un danno accidentale o un attacco informatico. 

All’interno della cyber security aziendale, un ruolo fondamentale è svolto dai programmi informatici che sono impiegati per la stessa attività lavorativa svolta. È quindi indispensabile che questi sistemi siano sviluppati in modo tale da riuscire a sopperire ad eventuali situazioni critiche e attacchi esterni e – in situazioni di pericolo – consentire di adottare tutte le iniziative necessarie al ripristino della sicurezza informatica.

Perché il rischio di attacchi è aumentato?

Secondo uno studio condotto da Accenture – The State of Cyber Resilience 2018 – negli ultimi anni il trend registrato è quello di una continua crescita degli attacchi informatici nei confronti delle aziende – circa il 28% degli attacchi totali compiuti ai danni della sicurezza informatica.

La pervasività degli strumenti tecnologici e il loro utilizzo, risulta quindi indispensabile per la gestione del patrimonio informativo aziendale, in quanto il valore economico di ogni azienda vive proprio all’interno dei dati. Oggi le aziende sono perciò chiamate a proteggersi da un rischio di attacchi informatici che sembra diventare sempre più grande.

Sono molte le tipologie di aziende che subiscono attacchi informatici. Le più vulnerabili sono quelle che elaborano e gestiscono grandi volumi di dati personali sensibili, come ad esempio quelle che operano nel settore della finanza. 

Ecco allora quali sono i principali attacchi informatici che possono colpire un’azienda: 

  • Phishing: questi attacchi vengono messi a segno dai cybercriminali attraverso l’invio di email che emulano dettagliatamente i modelli di comunicazione di enti reali – come banche e poste – attraverso le quali richiedono informazioni sensibili, come ad esempio il numero della carta di credito;
  • DoS – Denial of Service: con questo tipo di attacco, l’hacker vuole bloccare l’operatività di un sistema informatico tramite un eccesso di traffico;
  • Immissione di codice SQL: l’hacker sfrutta le sue conoscenze informatiche per entrare nel sistema informatico, accedere ai database e sottrarre tutto il contenuto;
  • Man-in-the-middle: negli attacchi di questo tipo il cyber criminale si inserisce all’interno di una comunicazione tra più persone con l’obiettivo di sottrarre dati sensibili;
  • Data Breach: questa tipologia di minaccia informatica si discosta dalle precedenti. Più che di attacchi si tratta di incidenti provocati internamente alle aziende, generalmente per disattenzione, guasti o errori umani – volontari o accidentali. 

Formazione 4.0: il corso di Broxlab per la cyber security in azienda 

Il credito d’imposta formazione 4.0 è una delle agevolazioni fiscali previste all’interno del nuovo Piano nazionale Transizione 4.0. Si riferisce a tutte quelle aziende che vogliono formare i propri dipendenti al fine di incrementare la propria trasformazione digitale per raggiungere i propri obiettivi di innovazione. Per usufruire del credito d’imposta per la formazione 4.0, le attività formative devono riguardare determinati ambiti, tra i quali è presente anche la cyber security. 

Lo scopo del corso offerto da Broxlab in tema di cyber security in azienda, è quello di illustrare nel dettaglio quali sono i principali modi per proteggersi da potenziali minacce. Viene realizzato un excursus informativo sulle nozioni di informatica di base, passando poi per quelle che sono le linee guida da perseguire per cercare di schivare quante più minacce informatiche possibili, finendo per andare ad immergersi in alcuni dei principali linguaggi di programmazione ed interrogazione.

Questo corso ha una durata complessiva di 18 ore, test di apprendimento esclusi.

Ricorda che come per altri bonus erogati dal governo, le imprese possono usufruire del bonus formazione 4.0 in compensazione a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in cui sono state sostenute le spese di formazione dei dipendenti.

Scopri come far decollare il tuo business! 

Scopri il nostro corso sulla cyber security in azienda!