Meteo e acquisti: come rendere l’accoppiata vincente nelle campagne di marketing

Che il meteo incida fortemente sull’umore è cosa nota ma che avesse rilevanza anche sui comportamenti d’acquisto è cosa nuova. Le campagne di marketing devono tenerne conto e riuscire a sfruttarlo al meglio.  

 

 

Quest’anno il meteo inclemente  non ci ha regalato proprio una “bella stagione” e se è vero che, per dirla alla De Gregori, “pioggia e sole cambiano la faccia delle persone”, è altrettanto vero che il meteo incide, e non  poco, sui comportamenti di acquisto dei consumatori. Lo sanno bene grandi realtà come Mc Donald’s e IKEA che hanno creato delle campagne marketing ad hoc finalizzate a creare engagement e conversioni al brand. Quando si parla di strategie di acquisto, l’azienda deve tener conto del fatto che le condizioni atmosferiche influenzano le scelte dello shopper e, di conseguenza, il sell out dei retailer. A questo punto la domanda sorge spontanea: come fa il meteo ad incidere sugli acquisti e, soprattutto, come sfruttarlo nella campagne di marketing?

Questione di…serotonina

E’ noto che l’esposizione solare porti con sé sentimenti positivi, grazie all’aumento, nel nostro organismo, della serotonina. Il saggio Effect of sunlight and season on serotonin turnover in the brainsottolinea che con il sole, i consumatori sono di buon umore e tendono a spendere di più. Lo stesso effetto benefico per lo shopping è dato dall’esposizione alla luce solare artificiale. Secondo gli autori Lambert e Kaye, l’esposizione alla luce solare, all’interno di un negozio, può avere un impatto positivo sugli acquisti e, di conseguenza, punti vendita con delle finestre, fanno aumentare la propensione all’acquisto. La luce del sole, inoltre, può portare grandi benefici anche per i dipendenti incidendo sulla customer experience e quindi sulle vendite.

Case study

Il meteo è un elemento che può essere facilmente ripreso all’interno delle campagne di marketing. A Londra, nell’aprile 2018,  McDonald’s ha creato una specifica campagna outdoor nella quale, per cinque giorni, i prodotti del brand rappresentavano i vari agenti atmosferici. Ecco allora che l’hamburger rappresentava il sole e le patatine la pioggia, per giocare con l’imprevedibilità del meteo durante il mese di aprile.

 

 

Anche IKEA ha voluto giocare con l’imprevedibilità del clima britannico spingendo i consumatori a sfruttare i propri spazi outdoor senza pensare al tempo. Un esempio è la scritta “Questa previsione era corretta al momento della stampa, ma non dimenticarti che siamo in Gran Bretagna” usata per promuovere articoli da giardino o anche la strategia di pricing per cui gli ombrelli costavano meno in caso di pioggia.

È evidente che saper sfruttare questi trigger, nelle proprie campagne di marketing, può fare la differenza in termini di fidelizzazione e engagement. Se vuoi creare una campagna ad hoc per la tua azienda, rivolgiti a noi, i nostri consulenti sono a tua disposizione!

Summary
Meteo e acquisti: come rendere l’accoppiata vincente nelle campagne di marketing
Article Name
Meteo e acquisti: come rendere l’accoppiata vincente nelle campagne di marketing
Description
Le condizioni meteo incidono sui consumi e chi si occupa di comunicazione e di marketing deve considerare come il meteo incida sui comportamenti d' acquisto
Author
Publisher Name
Broxlab
Publisher Logo