;Quando parliamo di integrazione digitale dei processi aziendali facciamo riferimento all’utilizzo di dati e tecnologie digitali per ottimizzare i processi aziendali. Appare quindi evidente come all’interno di questo ambiente informatico le informazioni digitali siano al centro del sistema e del cambiamento.

Scopri come far decollare il tuo business con il corso di formazione 4.0 che abbiamo preparato per te! 

Digitalizzazione dei processi: cos’è 

Digitalizzare non vuol dire soltanto adottare tecnologie innovative. Digitalizzare documenti e processi vuol dire realizzare una profonda revisione del modo in cui l’azienda lavora. Il punto di partenza per trasformare l’azienda in un’organizzazione resiliente è l’ascolto delle esigenze di collaborazioni, clienti e partner, puntando contemporaneamente alla semplificazione.

Digitalizzare i processi aziendali vuol dire quindi ripensarli e ridisegnarli, sfruttando i moduli di controllo e di automazione che le moderne piattaforme tecnologiche garantiscono. Queste piattaforme tecnologiche si pongono infatti come supporto dei processi aziendali, e a loro volta si contraddistinguono per una user experience integrata ed omogenea. 

Da un lato questo permette di snellire le operazioni riducendo passaggi manuali, assicurando trasparenza e maggiore controllo sull’esecuzione di ciascun task. Dall’altra parte consente di raccogliere dati, che possono essere poi  correlati e analizzati al fine di verificare l’effettiva efficienza dei processi. Insomma, se un’azienda ha la possibilità di comprendere il rapporto intrinseco tra cosa fa, come lo fa e quale risultato ottiene, ecco che questo diventa l’elemento chiave per ottimizzare le varie filiere tramite la reingegnerizzazione degli stessi processi. 

Perché dovresti ottimizzare subito i tuoi processi aziendali

Il tema della digitalizzazione aziendale è strettamente correlato al concetto di ottimizzazione dei processi. Non è infatti impossibile dare vita a un’esperienza senza ostacoli se prima non si è provveduto a reingegnerizzare la stessa struttura dei flussi informativi aziendali e a dematerializzare i flussi documentali, eliminando quindi la carta.

L’accortezza di ogni azienda dovrebbe essere quella di progettare meccanismi di autenticazione degli utenti e sistemi di accesso ai file che siano in grado di preservare le informazioni sensibili. 

I documenti che vengono prodotti in azienda sono parte fondamentale dei processi che alimentano il business. Se l’obiettivo è quindi quello di fluidificare gli iter approvativi o i percorsi decisionali, la digitalizzazione dei workflow è imprescindibile. Ad esempio, un sistema di distribuzione e di approvvigionamento può definirsi evoluto soltanto nel momento in cui riesce ad abbattere le barriere fisiche e logiche tra tutti i partecipanti alla supply chain . Documenti di trasporto, bolle e fatture devono quindi confluire all’interno della dimensione digitale al fine di poter essere inviati, approvati, condivisi e modificati con la celerità che oggi richiede il mercato.

Integrazione digitale dei processi: l’offerta di Broxlab 

Il nostro modulo di integrazione digitale dei processi aziendali può essere diviso in due filoni principali, contenente differenti capitoli. Ognuno di questi viene diviso in paragrafi e sottoparagrafi. Alcuni argomenti saranno solo introdotti mentre altri, considerati più importanti, verranno trattati nel dettaglio.

Nella prima parte si darà un’introduzione generale all’ambiente in cui ci stiamo muovendo, trattando nel dettaglio il processo aziendale e poi passando al Business Process Management. Successivamente si passerà al Business Process Modelling, andando a descrivere nel dettaglio le differenti metodologie di rappresentazione dei processi, passo fondamentale per andare poi a capire come sia possibile digitalizzare il tutto in un’azienda. La trattazione proseguirà con particolare attenzione all’analisi dei linguaggi più importanti, cioè UML e BPMN, e su uno studio approfondito su cos’è un dato e un’informazione.

Andremo poi a trattare un capitolo sulle basi di dati, fondamentali per la gestione dei processi aziendali. A questo punto verranno spiegati il modello relazionale e il linguaggio SQL, per avere ancora più chiaro come potersi muovere nella descrizione di tutto ciò che riguarda l’azienda.

Formazione 4.0: approfittane ora!

Come per altri bonus erogati dal governo, le imprese possono usufruire del bonus formazione 4.0 in compensazione a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in cui sono state sostenute le spese di formazione dei dipendenti.

Quali sono le imprese ammesse al credito di imposta sulla formazione 4.0?

Tutte le imprese, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalle dimensioni, dal regime contabile adottato e dalle modalità di determinazione del reddito ai fini fiscali, compresi gli enti non commerciali per l’attività commerciale eventualmente esercitata.

Non possono beneficiare dell’agevolazione i professionisti titolari di reddito di lavoro autonomo e le “imprese in difficoltà”; così come definite dall’articolo 2, punto 18, del regolamento (Ue) n. 651/2014.

Ricorda inoltre che in merito ai luoghi di svolgimento dell’attività di formazione, il Ministero dello Sviluppo Economico non ha previsto specifici vincoli ai fini dell’agevolazione; precisando che sono ammesse anche «le attività formative (…) organizzate e svolte (in tutto o in parte) in modalità “e-learning” e cioè in modalità diversa rispetto alla tradizionale modalità c.d. “frontale” o “in aula”». I corsi erogati da Broxlab per la formazione 4.0 sono ovviamente conformi a quanto richiesto.

Fai decollare il tuo business! 

Scopri il nostro corso sull’Integrazione digitale dei processi