La finanza agevolata può essere una grande opportunità per la tua PMI, sia nel caso tu voglia migliorare il business di un’azienda già esistente, sia che tu voglia crearne una nuova.

Con i suoi strumenti, infatti, la finanza agevolata aiuta le imprese a reperire risorse finanziarie a condizioni più vantaggiose. Un’azienda, così, può accedere a più bandi e può ottenere più agevolazioni per ogni tipo d’investimento.

Vuoi scoprire come funziona e quali sono i benefici per le aziende?

Facciamo un po’ di chiarezza…

Che cos’è la finanza agevolata per le PMI e come funziona

Non esiste una definizione univoca di finanza agevolata. Ma posiamo dire che, in generale, con questo termine ci si riferisce a tutti quegli strumenti che il legislatore – regionale, nazionale o comunitario – mette a disposizione nei confronti delle imprese, per incentivare lo sviluppo economico e rafforzare il tessuto imprenditoriale.

La finanza agevolata prevede agevolazioni di diverso tipo, ecco qui un elenco:

  • Contributi a fondo perduto, o contributi in conto capitale. Si tratta forse della tipologia di finanza agevolata più conosciuta. In linea di massima, si intende un’erogazione monetaria non soggetta all’obbligo di restituzione.
  • Finanziamenti agevolati, o contributi in conto interessi consistono in una riduzione dell’interesse o nella concessione di finanziamenti a condizione di favore (stimato allo 0,5%). Il prestito ha durata variabile ed è concesso da un ente erogatore pubblico, da un istituto bancario o da entrambi in regime di compartecipazione.
  • Interventi in conto garanzia: si tratta di concessione di garanzie a valere sui fondi pubblici.
  • Crediti d’imposta e incentivi fiscali: in questa modalità rientrano tutte le agevolazioni fiscali che permettono di compensare debiti fiscali, diminuendo le imposte dovute.

Ci sono svariate aree d’intervento: ricerca e sviluppo; risparmio energetico, fonti rinnovabili e tutela ambientale; risorse umane e formazione; internazionalizzazione e fiere; informatica; macchinari, attrezzature e impianti; ampliamento, ammodernamento e riconversione.

Chi può accedere alle misure di finanza agevolata?

I requisiti di accesso alle agevolazioni variano in base alla tipologia, alle finalità del bando e alle regole poste dall’Ente emanatore.

Ma, in generale, gran parte delle misure in essere sono rivolte alle PMI, con l’obiettivo di supportarne la crescita. Altre agevolazioni sono, invece, destinate anche a grandi imprese e liberi professionisti. Anche le startup, soprattutto quelle rientranti nella definizione di startup innovative, possono usufruire di numerose agevolazioni per la loro costituzione, sviluppo e consolidamento.

Fondi strutturali europei

L’Unione Europea fornisce finanziamenti per diversi progetti. I fondi strutturali europei rappresentano lo strumento finanziario dell’UE. Anche in questo caso l’intento principale è quello di promuovere la crescita aziendale, ma anche quello di incentivare lo sviluppo delle aree meno sviluppate, rafforzare la coesione economica e sociale dell’intero territorio europeo.

Più della metà dei fondi dell’UE viene erogata attraverso i cinque Fondi strutturali e d’investimento europei (fondi SIE). I fondi sono gestiti congiuntamente dalla Commissione europea e dai paesi dell’UE e si concentrano su cinque settori: ricerca e innovazione, tecnologie digitali, economia sostenibile, gestione sostenibile delle risorse naturali, piccole imprese.

  • Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR): finanzia azioni in ricerca e sviluppo tecnologico, innovazione e imprenditorialità. Si attua attraverso il Programma Operativo Regionale (POR).
  • Fondo sociale europeo (FSE): sostiene progetti in materia di occupazione in tutta Europa e investe in formazione, riqualificazione dei lavoratori, in sviluppo imprenditoriale e in inclusione sociale.
  • Fondo di coesione (FC): finanzia quei progetti nel settore dei trasporti e dell’ambiente nei paesi in cui il reddito nazionale lordo (RNL) pro capite è inferiore al 90% della media dell’UE.
  • Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR): si concentra sulla risoluzione di sfide specifiche cui devono far fronte le zone rurali dell’UE. Si attua attraverso il Programma di Sviluppo Rurale (PSR).
  • Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP): aiuta i pescatori a utilizzare metodi di pesca sostenibili e le comunità costiere a diversificare le loro economie, migliorando la qualità della vita nelle regioni costiere europee.

Broxlab e la finanza agevolata

La finanza agevolata può fornire davvero una grande occasione per il tuo business, ma non è così semplice come sembra. Bisogna avere un quadro aggiornato delle normative ed essere guidati da professionalità competenti per districarsi nel mondo finanziario.

Quello che ti occorre è una squadra di esperti che ti guidi e ti supporti lungo tutto il percorso fino a ottenere fondi, finanziamenti agevolati, sgravi fiscali e contributi a fondo perduto che ti occorrono.

Broxlab si occupa da anni di finanza agevolata e grazie alle agevolazioni del piano INDUSTRIA 4.0 i nostri servizi sono finanziabili con il credito d’imposta per attività di Ricerca e Sviluppo. Questo significa che puoi recuperare fino all’80% delle spese sostenute.

Contattaci e fai spiccare il volo alla tua PMI!