I dati parlano chiaro: l’Italia investe poco in Ricerca e Sviluppo, se messa a confronto con i partner dell’Unione Europea e altri Paesi al di fuori dell’Unione. Nella realtà italiana, però, c’è un dato poco conosciuto e cioè che le realtà che investono di più in questo settore sono le PMI.

Infatti, saremmo portatati a pensare che sia più praticato dalle realtà di grosse dimensione. Dato che si tratta di un settore che comporta grandi investimenti, ce lo aspetteremmo dalle big, piuttosto che dalle piccole imprese. Invece, la realtà è molto diversa: uno studio di Confartigianato, basato su dati Istat, sottolinea come proprio le piccole imprese siano quelle più dinamiche sotto questo punto di vista. I dati ISTAT evidenziano che nel 2018 la spesa in ricerca e sviluppo è salita a 25,2 miliardi di euro, con un aumento del 6% rispetto all’anno precedente.

Le PMI registrano il progresso maggiore: le piccole hanno incrementato del 15,8% la spesa in R&S (otto punti in più rispetto al +7,4% registrato dalla media delle imprese). Le realtà di medie dimensioni segnano invece un aumento del 9,3%, comunque superiore alla media. Per i big, il tasso di crescita si ferma al 4,6%.

L’andamento si conferma anche analizzando i dati di lungo periodo: dal 2013 al 2018 la spesa in ricerca e sviluppo delle piccole imprese sale del 18,5% all’anno, le medie imprese segnano un +12%, le grandi imprese si fermano a +3,2%.

Gli impatti della crisi Covid

Se da una parte, le micro e piccole imprese sono le più colpite dalla crisi Covid, (la sospensione delle attività nel periodo di emergenza ha avuto forti ripercussioni sugli utili); dall’altra, questa crisi ha portato alla luce una serie di punti di forza delle PMI: esportazioni, produttività, impegno nel sociale.

A giugno 2020, il valore medio unitario dell’export manifatturiero degli ultimi dodici mesi, al netto dell’energia, è salito del 2,7% (a fronte di un aumento dello 0,4% dei prezzi alla produzione sui mercati esteri). Un dato incoraggiante, che conferma la crescita della qualità dei prodotti del Made in Italy.

Invece, per quanto riguarda la produttività? Ci sono diversi settori, che impiegano in tutto oltre 3 milioni di addetti (il 24,1% dell’occupazione delle piccole imprese), che segnano una produttività per addetto superiore a quella delle imprese tedesche di analoga dimensione.

Infine, le piccole imprese sono fortemente radicate nel territorio e offrono beni e servizi di utilità sociale. Inoltre, integrazione sociale e atteggiamenti di mutualità e sussidiarietà sono tutte caratteristiche che sono emerse soprattutto in occasione dell’emergenza Covid. Il 24,5% delle micro e piccole imprese, anche se in situazioni di difficoltà, con il fatturato in caduta libera tra marzo e maggio, si è attivato per supportare la comunità in cui vivono e operano.

Perché è così importante investire in Ricerca e Sviluppo?

Le attività di Ricerca e Sviluppo (R&S) rappresentano una variabile importante per la valutazione della competitività dei sistemi economici. Questo perché consentono di incorporare elevati contenuti di conoscenza nella produzione di beni e servizi, con impatti positivi in termini di innovazione e produttività. C’è poi un’altra implicazione non da poco: le spese in R&S attivano una domanda di lavoro con una elevata qualificazione: nelle imprese la quota di addetti alla R&S con laurea e post laurea è del 45,9%, il doppio del 23,1% relativo al totale degli occupati in Italia.

Noi di Broxlab crediamo nelle piccole e medie imprese e conosciamo bene il valore di un investimento nel settore R&S. Proprio per questo, con il nostro percorso di Ricerca e Sviluppo aiutiamo le imprese a realizzare i loro obiettivi più velocemente.

Per questo tipo di attività, infatti, i nostri servizi sono finanziabili grazie alle agevolazioni del piano INDUSTRIA 4.0 con il credito d’imposta. Questo significa recuperare fino all’80% delle spese sostenute.

Vuoi saperne di più? Contattaci subito!

 

 

Summary
Ricerca e sviluppo: le PMI sono quelle che investono di più
Article Name
Ricerca e sviluppo: le PMI sono quelle che investono di più
Description
L'Italia investe poco in ricerca e sviluppo. Ma c'è un dato poco conosciuto: le realtà che investono di più in questo settore sono le PMI.
Author
Publisher Name
broxlab.com
Publisher Logo