Controllo di gestione aziendale, sopravvivere nel tempo

Le aziende italiane oggi si trovano a dover sopravvivere in uno scenario mutevole e fortemente concorrenziale. Costruire un buon controllo di gestione che analizzi tutti gli aspetti aziendali, da quelli reddituali a quelli economici e finanziari, significa essere sempre un passo avanti rispetto alla concorrenza e aiuta a prevenire il famigerato rischio d’impresa.

L’imprenditore è chiamato a organizzare la propria azienda in modo tale da massimizzarne il vantaggio competitivo. Per fare questo deve destreggiarsi tra gli aspetti interni come l’attività, la localizzazione, il grado di controllo e quelli esterni quali opportunità e  minacce create dal contesto.
Lo strumento  che consente di approfondire gli aspetti reddituali, finanziari e patrimoniali di un’azienda è il controllo di gestione. La successiva fase di reporting permette di utilizzare i dati acquisiti per prevedere andamenti futuri, prendere decisioni e effettuare correzioni qualora fosse necessario. La costruzione di un efficace controllo di gestione richiede la presenza della figura del controller.

Controller, l’esperto di scenari futuri

Il ruolo ed il profilo del Controller sono stati formalizzati dalla Norma UNI 11618 come previsto dalla legge 4/2013 sulle professioni non regolamentate. La norma è stata ideata da Assocontroller in collaborazione con Controller Associati e Internal Group of Controlling.

Il Controller deve essere in grado di dialogare con tutte le parti dell’azienda, è soprattutto il Project Manager del Sistema Informativo, di cui,senza dubbio, ne è costante motore di sviluppo.

Il Controller si occupa di:

  • predisporre un’architettura informativa;
  • supportare la leadership dei manager;
  • coordinare e supportare le attività di controllo di gestione;
  • misurare le prestazioni di sistema;
  • comunicare e supportare la formazione specifica;
  • auditing interno;
  • supportare la attività di pianificazione strategica.

Controllo di gestione e ERM

Il controllo di gestione è anche un’efficace strumento di “gestione del rischio” (Enterprise Risk Management), che permette la sopravvivenza dell’azienda nel tempo e favorisce l’integrazione tra le diverse funzioni aziendali. In questo caso, il sistema di controllo di gestione raccoglie il flusso di informazioni e adempie alle esigenze informative per le gestione dei rischi.

Si crea interazione tra rischio d’impresa e rischio di errata esposizione in bilancio. L’errata esposizione in bilancio dei fatti aziendali si traduce nella formulazione di un giudizio sbagliato da parte di chi deve controllare i dati. Più il sistema di controllo interno all’ azienda è attendibile più il giudizio sarà corretto.

Le aziende che adottano con successo modelli di controllo di gestione riescono a reagire velocemente alle problematiche e a pianificare consapevolmente la propria crescita.

Rivolgiti a noi se vuoi che la tua azienda eserciti il controllo e non lo subisca. Per ricevere tutte le informazioni necessarie visita la nostra pagina.

Summary
Controllo di gestione aziendale, sopravvivere nel tempo
Article Name
Controllo di gestione aziendale, sopravvivere nel tempo
Description
Ogni imprenditore organizza la propria azienda in modo da massimizzarne il vantaggio competitivo. Il controllo di gestione è lo strumento per approfondire gli aspetti reddituali, finanziari e patrimoniali di un’azienda.
Author
Publisher Name
Broxlab
Publisher Logo